PRIEST, il film


In uscita prevista nella prima settimana di agosto, PRIEST è una pellicola figlia di una lunga e complicata lavorazione. Inizialmente prevista nel 2006, con Gerard Butler, ha finito per essere realmente iniziata solo nel 2008 per la regia di Scott Stewart, che abbiamo apprezzato in LEGION. PRIEST discende da un celebrato manga coreano di Min Woo Hyung che, a differenza del film, è ambientato nel Far West. Il film ne riprende le atmosfere posponendo però il tutto in un futuro post guerre atomiche, fin troppo classico, tra scenari devastati e una immensa città fortificata, ultimo baluardo della Umanità sotto il ferreo comando della Chiesa. La casta dei sacerdoti infatti tramanda le storie antiche delle guerre secolari tra umani e vampiri, vinte dai plotoni dei Preti, guerrieri dai poteri incredibili, rassicurando la popolazione sulla estinzione dei vampiri e sulla riduzione in schiavitù dei pochi rimasti. Christopher Plummer rende bene, come suo solito, la parte del capo della Chiesa, incredulo sul fatto che i vampiri ancora ci siano e vogliano attaccare, al punto da proibire al Prete (Paul Bettany) di recarsi ad indagare sulla scomparsa di sua nipote e della famiglia ad opera dei mostri. Il Prete parte ugualmente inseguito da un gruppo di preti Guardiani e, aiutato da uno sceriffo locale fidanzato con sua nipote, scoprirà che i vampiri ci sono e in abbondanza, e fortemente determinati a compiere una carneficina in città. Angosciosa e terrificante la sequenza della devastazione di una piccola città di frontiera da parte dei vampiri che la raggiungono a bordo di un treno blindato, adrenalinico tutto il combattimento dentro e sul treno, complessivamente PRIEST ha delle buone carte da giocare con il pubblico di appassionati dell’horror, anche se paga debiti pesantissimi a molte altre pellicole tra le quali la serie di MAD MAX per le ambientazioni, MATRIX per il duello sul treno, VAN HELSING per i bozzoli che trasportano i vampiri in formazione, persino TRON per le moto con le quali si spostano nel deserto a caccia dei mostri.  E a dirla tutta, anche gli esseri infernali oramai cominciano ad essere piuttosto logori, se abbiamo ritrovato in loro sembianze e movenze troppo simili agli abitatori degli Inferi che vedemmo in un altro film davvero bello, CONSTANTINE.  Comunque la pellicola, inizialmente nata in 2D e poi trasformata in 3D per seguire le logiche del mercato attuale, ha dei buoni momenti e pur non preparandosi a restare negli annali garantisce una visione gradevolmente orrida!

Questa voce è stata pubblicata in anime cartoon, attualità, blog - blogger, cinema, Fantascienza - Horror - Libri, fantasy e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...