MACHETE !


Uscito nelle sale americane a settembre scorso, “Machete”, il nuovo film di Robert Rodriguez si avvia a diventare un classico degli exploitation movie   come non se ne vedevano dagli anni settanta. Preannunciato con i fakespot apparsi nel film “Grindhouse” e “Planet Terror”, ci dà esattamente quel che ogni appassionato di Tarantino desidera e non ha ancora avuto: un cast stellare, con il leggendario Danny Trejo, evidentemente neanche “Anaconda” era riuscito a digerirlo nei primi cinque minuti di quel film, celebre caratterista messicano protagonista di decine di films, Jessica Alba al top della forma, Roberto de Niro gigioneggia prendendo in giro l’ex presidente W.Bush, Steven Seagal cattivo che più cattivo non si potrebbe nei panni di un boss della droga e persino Don Johnson, memore dei Miami Vice, calato nel ruolo del capo dei vigilantes che terrorizzano il border, la frontiera tra Messico e Stati Uniti. Una vendetta a lungo covata trova la sua ragione di esplodere quando Trejo, sopravvissuto    al massacro della sua famiglia e creduto morto dai suoi colleghi federali, si imbatte in un complotto intricato volto a far guadagnare voti e credibilità per De Niro, senatore razzista contrario agli immigrati messicani. Ma dietro di lui c’è Seagal e tutto lo stuolo dei suoi accoliti che tendono invece a bloccare i messicani allo scopo di alzare i guadagni delle loro attività illecite. Il film, diretto con mano estremamente professionale da Rodriguez (Sin City), è un dichiarato omaggio a quei cari, vecchi films dove i bagni di sangue erano conditi da humour nero, battute fulminanti, personaggi sopra le righe; persino il modo di girare le scene, le apparecchiature di riprese inducono ad una visione “sporca” e priva di rifiniture. Ma i fans del genere si divertiranno un mondo grazie all’azione frenetica, ai combattimenti esagerati – una tra tutte, Trejo che vola in moto tra colpi di mitragliatrice ed esplosioni – alle bellezze femminili spassosamente e   integralmente esposte ogni volta che ne capita l’occasione. Ogni cosa è adatta per devastare, decapitare, macellare: machete, motofalciatrici, revolver con cannocchiali, bisturi, persino Saw avrebbe trovato nuove fonti di ispirazioni per i suoi “giochi”. E tra le varie chicche cinefile che Rodriguez ci regala troviamo persino un volto conosciutissimo, sin da film di antica memoria come “Maniac”, “Dal tramonto all’alba”, “Zombi 2”, ovvero quel Tom Savini impareggiabile creatore di trucchi cinematografici in tutte le migliori pellicole dell’Horror, qui nella parte del killer a pagamento che sfrutta il web per farsi pubblicità e  crocifigge il Prete, fratello di Machete e depositario di tutte le confessioni registrate del tirapiedi di De Niro. Clamoroso combattimento finale tra i messicani a bordo di pazzesche macchine saltellanti, che oltre alle mitragliatrici si portano sul campo di battaglia i carrettini di tacos e chili, ed i vigilantes texani fino al midollo, in una rivisitazione feroce e sardonica della battaglia di Alamo. Dubitiamo che il film, per via dell’abitudine del pubblico ai 3d fantascientifici, possa raggiungere guadagni da record ma di certo diventerà un cult come lo fu ai suoi tempi “Kill Bill” e ci auguriamo arrivi quanto prima anche nelle sale italiane.

Questa voce è stata pubblicata in attualità, blog - blogger, cinema, Fantascienza - Horror - Libri, Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a MACHETE !

  1. Pharmd234 ha detto:

    Hello! interesting site!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...