MEGAMIND


Diretto da Tom MacGrath, arriva in questi giorni sugli schermi il nuovo film d’animazione della DreamWorks, lanciato dalla Universal e che a pochi giorni dall’uscita ha già guadagnato cifre esorbitanti ai botteghini americani. La pellicola, di circa 96 minuti, si avvale delle voci di Will Ferrell, che prese il posto di Ben Stiller , per MegaMind e di Brad Pitt per il suo antagonista Metro Man. La storia, benchè facilmente seguibile, si sviluppa abbastanza intricata anche se segue orme già tracciate con successo, e il pensiero va ovviamente a GLI INCREDIBILI della Walt Disney, e se guardate bene c’è persino una somiglianza tra i cattivi dei due film.  L’inizio è classico, alla Superman, due mondi vengono inghiottiti da un buco nero e due bambini vengono spediti sulla Terra. Uno, MetroMan, crescerà bello ed eroico, l’altro , MegaMind, crescerà in una prigione dove svilupperà l’indole del supercattivo. Naturalmente i due si scontreranno più volte fino a che, scoperto il punto debole di Metro Man, il rame, MegaMind non riuscirà a vaporizzarlo con un laser. Il rapporto di amore-odio si interrompe e segue un periodo di regno incontrastato di MegaMind che però scopre di annoiarsi terribilmente, anche se sotto le vesti del curatore del museo di MetroMan cercherà di far innamorare di sè la ex di Metro Man. Decide quindi di creare un nuovo super eroe che lo contrasti, col Dna  rimasto che viene ingerito dal cameraman di Roxanne, Hal , che però si rivela una fonte di guai. MegaMind è stato scoperto da Roxanne nella sua veste falsa di direttore di museo a causa di un litigio col suo compagno-pesce che non sopporta il romanticismo; MegaMind decide allora di sfogarsi con una bella lotta contro il super eroe ma non lo trova da nessuna parte. Alla fine eccolo, ha deciso che fare il super cattivo è molto più divertente! Inizia a contrastare il dominio di MegaMind che stavolta non riesce a sconfiggerlo usando il rame. Ma allora, forse MetroMan non era davvero morto? Infatti, ha approfittato del fatto che tutti lo credessero sconfitto e si è ritirato a fare il musicista in incognito, rifiutando quindi di aiutarlo contro Titan, il nuovo  cattivissimo. Mentre MegaMind langue in prigione, Titan lo sfida pubblicamente  dalla televisione e lega Roxanne in cima ad un grattacielo. Inevitabilmente MegaMind si lancia in battaglia e riesce finalmente  a togliere ad Hal i superpoteri. Gran finale con MegaMind festeggiato dalla cittadinanza, che gli dedica un museo, ed amato infine da Roxanne. Il film è estremamente avventuroso, non dà spazio a tempi morti e lungaggini, piacerà anche ai cinefili accaniti che nel vederlo ricorderanno la spiegazione del “cattivo” nelle tavole a fumetti data da L’Uomo di Vetro nel celebre UNBREAKABLE di Shyamalian, che spiegava perchè venissero disegnati con evidenti deformità, in contrasto con le proporzioni normali dei supereroi.  Ed è anche curioso come da un certo tempo a questa parte si assista al trionfare sullo schermo di cattivi che non sono proprio cattivi: l’ultimo esempio è stato CATTIVISSIMO ME, dove anche lui, supereroe negativo mai trionfante, veniva ricondotto a più miti consigli dall’amore per tre orfanelle adottate. L’amore come panacea della cattiveria? Può darsi, o forse solo un ulteriore nuova tendenza cinematografica. D’altronde non sono sempre i cattivi quelli che affascinano di più il pubblico? Anche se una volta la catarsi, per lo spettatore, avveniva con la sua uccisione, adesso che siamo tutti politically correct sembra che la riconversione sia più alla moda.  I piccoli spettatori, nascosti dietro gli occhialini 3D, non se ne cureranno, penseranno solo a divertirsi, e parecchio.

Questa voce è stata pubblicata in anime cartoon, attualità, blog - blogger, cinema, Fantascienza - Horror - Libri, Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a MEGAMIND

  1. gabriella ha detto:

    il trilogy

  2. Rachel Marilyn ha detto:

    I really want to see this movie because I loved The Incredibles!

    Like your Blogpost about it 🙂

    xoxo Rachel Marilyn.

    • crenabog ha detto:

      Thanks Rachel and don’t lose Rapunzel, is very well done indeed. The Incredibles , I think, was a starting point in animation and the extras in the originaal dvd were really good and funny! I like also manga and anime from Japan, do you like them? If so, you can also read the post about Miyazaki’s PORCO ROSSO. Kisses!

  3. www.monex.com ha detto:

    L idea sembra geniale ma il prescelto per il ruolo di nuovo eroe Hal ribattezzato Titan il cameraman scansafatiche e pasticcione al servizio della cronista Roxanne per la quale questi nutre anche una bella cotta una volta impossessatosi dei nuovi super-poteri conferitigli da giunger alla conclusione che in fondo essere cattivi pi divertente che essere buoni. Nulla infine come sembra a inizio storia e ognuno dei personaggi nel corso delle vicende imparer qualcosa su se stesso o sugli altri che sovvertir il proprio punto di vista rinvigorendo il presupposto secondo cui il destino ci che noi stessi costruiamo giorno dopo giorno anche grazie all intelligenza di saper rivedere le nostre posizioni.

  4. Pingback: 2010 in review | Crenabog's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...