PROG EXHIBITION


Per il Progressive, quella fantastica corrente musicale esplosa negli anni Settanta ad opera di gruppi quali i Jethro Tull, Genesis, King Crimson e che si srotolò nel panorama delle band fino ai giorni nostri diffondendosi e talvolta mutando grazie a commistioni di generi, si prepara una nuova stagione che auspichiamo piena di successi. In questi giorni a Roma troviamo degli appuntamenti assolutamente imperdibili: si parte da stasera con Le Orme al Jailbreak Live Club di via Tiburtina 870, 15 euro ingresso, gruppo supporter gli Ushas. Le Orme, con Miki de Rossi, Michele Bon, Fabio Trentini, Jimmi Spitalieri, William Dotto e Federico Gava, ha ripreso l’attività dopo l’abbandono del frontman Aldo Tagliapietra e si esibiranno con “Progfiles”, cioè la scaletta del disco live registrato sempre a Roma il 21 maggio e hanno in cantiere un nuovo disco concept, come nella migliore tradizione del celebrato “Felona e Sorona”, che dovrebbe vedere la luce a marzo  prossimo. Da non mancare, invece, la due giorni che arriverà al Teatro Tendastrisce  di via Giorgio Perlasca 69, sempre a Roma, il 5 e 6 novembre prossimi. La prima sera si esibiranno: la Premiata Forneria Marconi la Premiata Forneria Marconicon, incredibilmente, Ian Anderson dei Jethro Tull come special guest e  a seguire Aldo Tagliapietra con la sua nuova band insieme a Tony Pagliuca e a David Cross dei King Crimson. Chiuderà la serata il gruppo storico dei The Trip di cui ricordiamo il meraviglioso album “Atlantide”. Sinestesia e Maschera di Cera saranno i gruppi che faranno da apripista. La serata del 6 vede invece l’apertura ad opera di Periferia del Mondo e Abash, a seguire Il Banco del Mutuo Soccorso che suoneranno con John Wetton e gli Osanna con Gianni Leone dei Balletto di Bronzo e David Jackson dei Van der Graaf Generation. Lo stage verrà chiuso dai Nuova Raccomandata con Ricevuta di Ritorno. Così, mentre in Italia si apre una nuova scena per il Progressive, dispiace vedere che su altri fronti certi gruppi molto amati e celebrati hanno preso una china discendente che non conosce ritorno. Mi riferisco ai Marillion,

Le Orme dal vivo

 

i Marillion negli '80 con Fish

  che ho seguito sin dagli anni Ottanta e i cui formidabili concerti italiani ho visto tutti, in mezzo a migliaia di persone osannanti, per poi assistere alla fuga di Fish e al tentativo di ricostruire la band con Hogarth alla voce, cosa che se sulle prime pareva aver dato nuova linfa, alla fine li ha trascinati in una specie di limbo-lounge per pochissimi aficionados che oramai son costretti ad assistere a patetici show in cittadine davanti ad un pubblico sempre più ristretto e disamorato. Auguriamoci che almeno i supergruppi italiani tengano alta la bandiera del Progressive!

Questa voce è stata pubblicata in attualità, blog - blogger, rock progressive e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a PROG EXHIBITION

  1. Antelao ha detto:

    Gia’, il progressive. Felona & Sorona lo ascolto ancora e sempre, ce l’ho sempre a portata di mano. Non sapevo del distacco di Tagliapietra e Pagliuca dalle Orme. Peccato che tutto questo ben di dio si sia a Roma, non dietro l’angolo per me che vivo in provincia di Udine. Per i Marillion hai ragione….Sono reduce da un concerto deludentissimo tenuto la scorsa estate a Mogliano Veneto (TV), ma ho deciso di concedere loro ancora una chance.

  2. Mine62 ha detto:

    E IO CHE ANCORA ASPETTO LO SCUDO DIL MIO MESSICO.
    INFINE, DOVRÓ ANCORA ASPETTARE.
    CIAO CARO
    DA LONTANO
    MINE

  3. Heaven.AndHell ha detto:

    Ciao Marco, ce ne sarebbero tanti da citare, soprattutto l’ondata italiana dei 70’s. Ne dico solamente un paio tra le mie preferite: “Il rovescio della medaglia” autori di un “hard prog” stupendo e la mitica “Locanda delle Fate”, pura poesia…ciao grande!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...